<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=584589315352917&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
icona-lubrificante-1

POLIMERI PLASTICI ALLA CONQUISTA DEL MERCATO

grasso per ingranaggi in plastica 

È una certezza, le materie plastiche hanno conquistato da decenni tutti i settori industriali. Il miglioramento delle tecnologie di produzione e lo sviluppo di nuovi materiali hanno permesso di sostituire ambiti applicativi un tempo di esclusiva pertinenza dei materiali metallici.

Appurata l'efficacia delle plastiche rispetto ai metalli, resta però un grande dubbio sulla loro compatibilità con i fluidi lubrificanti applicati per garantire le performance di attrito e durata ottimali.

Sei sicuro che il grasso lubrificante che usi ora per le materie plastiche non possa alterarne le proprietà meccaniche?

Molto spesso i processi di indebolimento strutturale delle plastiche causati da interazioni chimiche con i fluidi lubrificanti sono lenti e di non facile previsione.

Il fluido lubrificante che usi attualmente è compatibile con le materie plastiche? Come capirlo?

Scarica la guida completa
icona-lubrificante-1

PLASTICHE AMORFE O CRISTALLINE?

Componenti plastiche amorfe o policristalline

 

 

Le possibilità di danneggiamento prematuro dei particolari costruiti in materiale plastico non è sempre di semplice analisi, più variabili possono combinarsi in maniera sinergica e produrre fenomeni di alterazione delle proprietà meccaniche delle plastiche molto rilevanti.

Un'importante distinzione tra i polimeri plastici viene fatta tra:

  • Plastiche amorfe: assenza di ordine nella posizione degli atomi o molecole che costituiscono il corpo

  • Plastiche cristalline: impalcatura di atomi e molecole regolare ed ordinata

Le materie plastiche sono costituite da una combinazione delle due strutture: minore è la percentuale delle componente cristallina e superiori sono i rischi di attacco chimico da parte dei  lubrificanti a contatto

Ecco alcuni esempi di composizione della struttura sulla base del livello medio di cristallinità:

percentuale cristallina in materie plastiche

Vuoi saperne di più sulla compatibilità tra lubrificanti e plastiche?

Scarica la guida completa
icona-lubrificante-1

COMPATIBILITÀ MATERIE PLASTICHE E LUBRIFICANTI

prove di conpatiblita plastiche lubrificanti

Quali sono gli effetti di un lubrificante per plastica non corretto? Il condensato degli effetti distruttivi e/o di impoverimento della caratteristiche meccaniche, per effetto degli agenti atmosferici combinati con l’effetto della lubrificazione, è chiamato Enviromental Stress Cracking (ESC).

Ecco l'elenco degli effetti più comuni che si possono presentare:

  • Rigonfiamenti
  • Infragilimenti
  • Rammollimenti
  • Corrosione
  • Cambio colore

Quali sono le materie plastiche più utilizzate per la produzione di componenti meccanici?

Le numerose varietà chimiche oggi disponibili sul mercato rendono difficile una classificazione e una suddivisione organica.

Tra le più comuni possiamo citare:

  • PC - Policarbonato - Plastica amorfa, quasi mai utilizzata nei sistemi in attrito,  ma in combinazione con altri polimeri (ABS, PBT) grazie alla sua elevata stabilità nei confronti del calore e la sua elevata resistenza anti urto, trova largo impiego nel costruzione di componenti nell'industria automobilistica.

  • POM - Poliacetalica - viene molto utilizzata per la fabbricazione di pezzi strutturali sottoposti a carico e attrito con metalli, grazie alla sua buona resistenza meccanica e facilità di ottenimento nei processi produttivi.

  • PA 66 - Poliammide - uno dei polimeri plastici strutturali più conosciuti e più utilizzati nella fabbricazione di ingranaggi, boccole, cuscinetti. Caratterizzata da un buon compromesso tra duttilità e rigidezza.

Vuoi verificare la compatibilità delle materie plastiche che compongono il tuo progetto?

Richiedi un test

GUIDA ALLA CORRETTA LUBRIFICAZIONE DELLE MATERIE PLASTICHE

 

Contenuti

  • Analisi approfondita sulle potenziali interazioni oli base-materie plastiche
  • Test specifici per valutare le interazioni tra plastiche e lubrificanti
  • Formulazioni lubrificanti ideali per plastiche "chimicamente" fragili quali Policarbonato e ABS
  • Le composizioni chimiche di un grasso, olio e pasta lubrificante
  • I rischi connessi all'utilizzo di una materia plastica amorfa

    Scarica la tua copia graits

guida lubrificanti materie plastiche

Hai bisogno di un lubrificante adatto al contatto con materie plastiche?
Compila il form e richiedi un test di compatibilità

Connettore elettrico

Scopri di più

INTERRUTTORE ELETTRICO

Scopri di più
Grasso lubrificante a base di polidimetilsilossano per cilindri a basso attrite risparmio energetico

CILINDRO PNEUMATICO

Scopri di più
Grasso lubrificante a base sintetica per cilindri pneumatici con anelli di tenuta in EPDM

VALVOLA PNEUMATICA

Scopri di più
Grasso lubrificante base PAO omologato per contatto accidentale con alimento

Cilindri pneumatici senza stelo

Maconsynth GT1/B
Grasso lubrificante a base di idrocarburo sintetico per cilindri pneumatici senza stelo

screen-4

Cilindri pneumatici progettati per basso attrito

Pneugrease HTS
Grasso lubrificante a base di polidimetilsilossano per cilindri a basso attrite risparmio energetico

screen-5

Cilindri pneumatici con anelli tenuta EPDM

Maconsynth Retrac 400
Grasso lubrificante a base sintetica per cilindri pneumatici con anelli di tenuta in EPDM

screen-6

Cilindri pneumatici per contatto alimentare

Ultragrease ATOX 2
Grasso lubrificante base PAO omologato per contatto accidentale con alimento

screen-7