<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=584589315352917&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
icona-lubrificante-1

MIGLIORA LE PRESTAZIONI DEL TUO COMPONENTE A TEMPERATURE ELEVATE

oli alta temperarura

 

Vuoi garantire ai tuoi componenti un funzionamento regolare a temperature oltre i 250°C ?
Il tuo prodotto o quello dei tuoi clienti richiede durata e prestazioni superiori?

In qualsiasi componente meccanico come motoriduttori, cuscinetti, cerniere, valvole o cilindri pneumatici, il deterioramento termico dell'olio o grasso lubrificante che li avvolge può causare una rapida sequenza distruttiva per il tuo progetto.

L'azione del calore sul film lubrificante può avere due origini:

  • Interna: se generata dall'attrito dei corpi in reciproco scorrimento, durante il normale funzionamento.

  • Esterna: quando proviene da un fonte di calore separata ma vicina al dispositivo meccanico.

Già a partire da temperature di 100°C il calore può avere effetti devastanti per il tuo dispositivo meccanico a causa dello spessore ridotto del film di lubrificazione attiva che in condizioni normali è pari al diametro di un capello umano! La sua termo-degradazione riduce rapidamente efficienza e durata del cinematismo.

Scopri le 6 caratteristiche di un fluido lubrificante resistente alle alte temperature

Scarica la guida gratuita  
icona-lubrificante-1

COME AVVIENE LA DEGRADAZIONE DEL FILM LUBRIFICANTE AD ALTE TEMPERATURE?

lubrificanti-ad-alta-temperatura

Il processo di degradazione termica di un grasso lubrificante è progressivo e inarrestabile. La scelta di un lubrificante stabilizzato termicamente può fare la differenza per garantire durata e prestazioni richieste dal mercato.

Ecco come si attua il processo di degradazione:

  • Evaporazione - passaggio dalla stato liquido a quello gassoso delle frazioni molecolari leggere, con relativo assottigliamento del film lubrificante.

  • Ossidazione primaria - 1° fase della degradazione termica, nella quale si compie uno sfaldamento dei legami C-C e C-H, con formazione di radicali carbonilici che in presenza di ossigeno formano perossidi.

  • Ossidazione secondaria - radicalizzazione del processo di termo-ossidazione con formazione di depositi carboniosi, lacche e composti solidi. In questa fase, se non  si ripristina opportunamente il film lubrificante, si rischia di compromettere pesantemente le funzionalità del componente meccanico.

alta temperatura e lubrificazione evaporazione

 

Il grasso lubrificante che usi ha cambiato colore e ha perso le sue proprietà originali? Vuoi capire il perché?

Scopri le cause
icona-lubrificante-1

ALTE TEMPERATURE : GLI EFFETTI NEGATIVI SUL COMPONENTE MECCANICO

alta temperatura lubriifcazione resistenza

Le conseguenze più evidenti di malfunzionamento per effetto delle alte temperature di esercizio, si possono tradurre in una sequenza di fenomeni tra di loro concatenati e in successione :

  • Assottigliamento del film lubrificante - la riduzione della viscosità del fluido lubrificante con l'aumentare della temperatura, si traduce in una riduzione del meato di lubrificazione responsabile della separazione delle superfici in attrito

  • Usura meccanica - perdita di materiale a causa della mancanza del film lubrificante idrodinamico, eroso dai processi di evaporazione e ossidazione primaria

  •  Aumento abnorme del coefficiente d’attrito - fenomeno causato dall'evaporazione della massa fluida e la formazione di residui carboniosi

  • Perdita di efficienza - aumento dell’assorbimento di energia e delle coppie di azionamento

  • Incremento della rumorosità - la perdita di materiale per usura meccanica, l'incremento del coefficiente d'attrito e la mancanza del cuscinetto lubrificante idrodinamico producono un incremento del rumore da attrito tra i materiali costituenti il sistema tribologico

  • Prematuro blocco del dispositivo - perdita della funzionalità dell'intero sistema.

Cerchi una soluzione lubrificante che protegga il tuo componente fino a 250°C in esercizio continuativo?

Scarica la guida gratuita  

Scopri le caratteristiche di un lubrificante per alte temperature

 

In questa guida gratuita troverai:

  • Caratteristiche a confronto di oli minerali e sintetici
  • L'evaporazione degli oli sui punti di attrito
  • Il concetto di omogeneità degli oli lubrificanti
  • Il punto goccia e il rischio di separazione nei grassi lubrificanti
  • Prerequisiti di un lubrificante per alte temperature
  • L'importanza degli additivi per la stabilità termo-ossidativa
  • Il punto di infiammabilità degli oli

      Scarica gratis

alta temperatura cta 3d

Vuoi prestazioni superiori alle alte temperature?
Compila il form e ottieni la tua soluzione lubrificante personalizzata

Cilindri pneumatici senza stelo

Maconsynth GT1/B
Grasso lubrificante a base di idrocarburo sintetico per cilindri pneumatici senza stelo

screen-4
Scopri di più

Cilindri pneumatici progettati per basso attrito

Pneugrease HTS
Grasso lubrificante a base di polidimetilsilossano per cilindri a basso attrite risparmio energetico

screen-5

Cilindri pneumatici con anelli tenuta EPDM

Maconsynth Retrac 400
Grasso lubrificante a base sintetica per cilindri pneumatici con anelli di tenuta in EPDM

screen-6

Cilindri pneumatici per contatto alimentare

Ultragrease ATOX 2
Grasso lubrificante base PAO omologato per contatto accidentale con alimento

screen-7
Scarica la guida gratuita  

Cilindri pneumatici senza stelo

Maconsynth GT1/B
Grasso lubrificante a base di idrocarburo sintetico per cilindri pneumatici senza stelo

screen-4

Cilindri pneumatici progettati per basso attrito

Pneugrease HTS
Grasso lubrificante a base di polidimetilsilossano per cilindri a basso attrite risparmio energetico

screen-5

Cilindri pneumatici con anelli tenuta EPDM

Maconsynth Retrac 400
Grasso lubrificante a base sintetica per cilindri pneumatici con anelli di tenuta in EPDM

screen-6

Cilindri pneumatici per contatto alimentare

Ultragrease ATOX 2
Grasso lubrificante base PAO omologato per contatto accidentale con alimento

icona-lubrificante-1