<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=584589315352917&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
icona-lubrificante-1

CORROSIONE DEI METALLI DA OSSIDAZIONE

ossidazione e corrosione di scambiatore di calore valvole oli protettivi

 

I danni da ossidazione rappresentano il nemico principale dei più comuni metalli ferrosi utilizzati per la fabbricazione di componenti meccanici. È un fenomeno inevitabile ma è comunque possibile ridurne gli effetti attraverso opportuni accorgimenti da adottarsi lungo il processo produttivo e la movimentazione.

Il processo di ossidazione atmosferica si compie solo in presenza di:

  • Substrato metallico ferroso, o comunque non auto-passivante
  • Presenza di acqua  allo stato liquido
  • Un ambiente ossidante, con presenza di ossigeno disciolto nel mezzo aria-acqua

La corrosione dei metalli ferrosi per ossidazione è un processo inesorabile e progressivo, questo perché la ruggine (principalmente ferro ossidato o Fe2O3), è un materiale friabile e poroso, che tende a sfaldarsi, liberando la superficie sottostante e rendendola vulnerabile ad un ulteriore attacco.

Tra i costi occulti che i costruttori di valvole, pompe e  componenti per l'intercettazione di fluidi in genere devono sostenere, quelli legati alla formazione degli ossidi impattano in maniera considerevole sui bilanci aziendali. Attraverso alcuni accorgimenti è possibile ridurne la manifestazione se non addirittura l'azzeramento.

Vuoi limitare gli effetti della corrosione? In questa guida ti spieghiamo 6 accorgimenti fondamentali

Scarica la guida gratuita
icona-lubrificante-1

OSSIDAZIONE METALLO: QUANDO SI INNESCA?

protezione ruggine flange ossidate

 

Prima dell'applicazione dei rivestimenti permanenti, se previsti, i semilavorati possono subire attacchi di corrosione umida. Questo può avvenire durante:

  • Lavorazione > per esempio per  asportazione di truciolo
  • Movimentazione nel ciclo produttivo
  • Collaudo > se questo prevede utilizzo di soluzioni acquose, come avviene per valvole, pompe o particolari sottoposti a test idrostatici
  • Stoccaggio a magazzino > in ambiente esterno e/o interno umido
  • Trasporto via terra o via mare > molto critico nel caso del trasferimento merci via mare

Le leghe ferrose  soggette a ossidazione atmosferica  possono essere protette durante il loro ciclo produttivo da rivestimenti di varia natura e composizione:

  • Temporanei > consistono nell'applicazione e/o protezione delle superfici esposte alla corrosione atmosferica da barriere protettive rimovibili. Sono indicate nel caso siano previste successive operazioni di passivazione, coating o verniciatura.

  • Permanenti > applicati sulle superfici metalliche con l’obiettivo di impedire la formazione di ossidi di ferro durante il ciclo produttivo.

Utilizzi acqua per il collaudo delle tue valvole? Scopri come impedire la formazione di ruggine

Scopri di più
icona-lubrificante-1

CORROSIONE E PROTEZIONE DEI METALLI CON COMPOSIZIONI LUBRIFICANTI ADATTE

protezione ossidazione ingranaggi

 

Qual'è la composizione lubrificante più adatta al tuo processo logistico e produttivo?

  • Paste e gel > composti grassi ad elevato potere protettivo, indicati per impiego in dispositivi meccanici, quali attuatori, ingranaggi, e cinematismi operanti in parti esterne, solitamente impiegati anche come lubrificanti
  • Rivestimenti a film secco > dispersioni di cere protettive in solvente a rapida evaporazione, lasciano sulle superfici metalliche un film secco particolarmente resistente al dilavaggio
  • Oli protettivi > fluidi di consistenza oleosa di natura minerale o sintetica, arricchiti di additivi inibitori di corrosione
  • Inibitori di corrosione > soluzioni saline concentrate, da diluire in acqua di rete sino a percentuali  del 3-5%, indicati per il collaudo di valvole, pompe, scambiatori di calore ed apparecchiature a pressione
  • Emulsionabili > oli minerali o sintetici formulati con tensioattivi per un’agevole sospensione in acqua, sono indicati per collaudi come gli inibitori di corrosione
  • VpCI >carte polietileniche impregnate di inibitori di corrosione, creano una barriera protettiva nei confronti delle nebbie saline e producono un atmosfera riducente (protettiva) nei dintorni del semilavorato.

Stai cercando un soluzione lubrificante e protettiva per i trasporti via mare dei tuoi semilavorati?

Scopri di più

Scopri come impedire la formazione della ruggine con 6 fondamentali accorgimenti

 

Contenuti

  • Che cos'è l'effetto dewatering per la rimozione dell'acqua dalle superfici metalliche
  • Cos'è e a cosa serve un inibitore di corrosione
  • Nebbia salina e test ASTM B-117
  • Carte VPCI e loro utilizzo per la protezione dei metalli
  • La resistenza al dilavamento
  • L'utilizzo dei sali igroscopici disidradanti

    Scarica gratis

Ossidazione_CTA_book_3d_download_button_060615

CERCHI UN LUBRIFICANTE PER CONTRASTARE I DANNI DA OSSIDAZIONE E CORROSIONE SULLE TUE COMPONENTI? RICHIEDI UNA CONSULENZA E OTTIENI LA TUA SOLUZIONE PERSONALIZZATA

Cilindri pneumatici senza stelo

Maconsynth GT1/B
Grasso lubrificante a base di idrocarburo sintetico per cilindri pneumatici senza stelo

screen-4

Cilindri pneumatici progettati per basso attrito

Pneugrease HTS
Grasso lubrificante a base di polidimetilsilossano per cilindri a basso attrite risparmio energetico

screen-5

Cilindri pneumatici con anelli tenuta EPDM

Maconsynth Retrac 400
Grasso lubrificante a base sintetica per cilindri pneumatici con anelli di tenuta in EPDM

screen-6

Cilindri pneumatici per contatto alimentare

Ultragrease ATOX 2
Grasso lubrificante base PAO omologato per contatto accidentale con alimento

screen-7

Cilindri pneumatici senza stelo

Maconsynth GT1/B
Grasso lubrificante a base di idrocarburo sintetico per cilindri pneumatici senza stelo

screen-4

Cilindri pneumatici progettati per basso attrito

Pneugrease HTS
Grasso lubrificante a base di polidimetilsilossano per cilindri a basso attrite risparmio energetico

screen-5

Cilindri pneumatici con anelli tenuta EPDM

Maconsynth Retrac 400
Grasso lubrificante a base sintetica per cilindri pneumatici con anelli di tenuta in EPDM

screen-6

Cilindri pneumatici per contatto alimentare

Ultragrease ATOX 2
Grasso lubrificante base PAO omologato per contatto accidentale con alimento

screen-7