<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=584589315352917&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
icona-lubrificante

Lubrificanti Industriali,Grasso Lubrificante Industriale 15/03/2019

Grasso lubrificante al silicone: quando serve davvero?

Grasso lubrificante al silicone: quando serve davvero?

Il grasso lubrificante al silicone è una delle soluzioni più utilizzate nella progettazione di dispositivi meccanici, grazie alla sua versatilità e ad alcune impareggiabili caratteristiche: limitare l’attrito alle alte temperature, ridurre la rumorosità e l’usura meccanica tra materie plastiche e gomme a contatto.

Queste sono solo alcune delle tante funzioni che i grassi lubrificanti siliconici possiedono, e sono le principali ragioni per cui queste soluzioni vengono impiegate in molteplici settori industriali:

  • per garantire la riduzione dell'attrito di parti in movimento,
  • per proteggere da ruggine,
  • per assicurare dispersione termica,
  • per limitare l’usura delle materie plastiche e gomme
  • per isolare elettricamente

I grassi si usano per la lubrificazione e la protezione di organi meccanici in sostituzione agli oli lubrificanti, specialmente quando sussistono problemi di spazio e di tenuta che non ne consentono l’impiego.

 

Grasso lubrificante al silicone: i vantaggi

Un grasso lubrificante è costituito da diverse combinazioni di olio di base, addensanti e additivi, tutti elementi funzionali al miglioramento delle sue prestazioni e di quelle dei cinematismi nei quali viene impiegato.

Una soluzione molto versatile, facilmente applicabile e dai numerosi vantaggi:

  • Elevato coefficiente di viscosità - i siliconi si caratterizzano per una grande stabilità viscotermica rispetto ad altre soluzioni sintetiche, mostrando minime variazioni di viscosità al variare delle temperature.

  • Alta stabilità termo ossidativa - che significa grande capacità di ritardare i fenomeni di ossidazione primaria e secondaria, che rappresentano i momenti cruciali nel processo che porta il film lubrificante a consumarsi.

  • Basso coefficiente di attrito - specialmente per quanto riguarda le superfici elastomeriche, come nel caso di guarnizioni in gomma o di anelli di tenuta in scorrimento su plastica.

  • Inibizione della rumorosità - grazie al suo elevato indice di viscosità, un grasso al silicone può essere formulato con oli base di alta viscosità, rendendo più efficace la riduzione della rumorosità rispetto ad altre tipologie di grassi lubrificanti sintetici.

 

Grasso lubrificante al silicone in fase progettuale

Per determinare quale tipo di grasso lubrificante sia la scelta ideale per la tua applicazione, devi avere ben chiaro il contesto applicativo e le condizioni di lavoro quali, velocità, la temperatura, il carico, le vibrazioni, l’umidità, la polvere ecc.

In fase progettuale è importante tenere in considerazione alcune caratteristiche delle varie tipologie di grasso lubrificante al silicone:

  • Capacità di resistenza al carico ridotta - in presenza di forza d’attrito molto elevata e superfici metalliche in attrito, il potere lubrificante dei siliconi si riduce.

  • Non compatibilità con i processi di verniciatura -  porta alla non regolare adesione e alla formazione di disomogeneità.

  • Poca reattività all’additivazione, poiché gli additivi non sono solubili nei fluidi siliconici lungo tutto l'intervallo termico che li contraddistingue.

  • Bassa resistenza alle sollecitazioni al taglio, se sottoposti a stress meccanico prolungato perdono le proprietà strutturali originarie
  • Non compatibilità con funzionalità elettriche -  causa rischio di frammentazione del segnale.

Per scegliere il grasso lubrificante corretto è fondamentale, quindi, analizzare in maniera approfondita le tue esigenze, mettendole in relazione alle precise caratteristiche di ciascuna soluzione.

 

Per maggiori informazioni su quale grasso lubrificante al silicone utilizzare, scarica la scheda tecnica Fluorosil ed effettua un test di prova!

New Call-to-action

Marco Gandelli

Scritto da Marco Gandelli

Imprenditore. Co-fondatore di Macon Research. Esperto e appassionato di meccanica e chimica della lubrificazione. Da 15 anni dopo migliaia di analisi condotte su dispositivi elettro-meccanici, formulo per i progettisti soluzioni lubrificanti su misura per l'incremento dell'efficienza, della durata e il controllo dell'attrito. Amante dell'efficienza dei processi aziendali e del digital marketing.

New call-to-action
New call-to-action

Iscriviti al blog

Gli articoli più letti

Leggi gli ultimi articoli