<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=584589315352917&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
icona-lubrificante

Lubrificanti Industriali 31/08/2019

Corrosione Galvanica: cos'è e come fermarla

Corrosione Galvanica: cos'è e come fermarla

La corrosione galvanica è un processo di corrosione a umido che si origina da qualsiasi coppia di metalli diversi, sufficientemente lontani nella serie elettrochimica, posti a diretto contatto tra loro.

Il contatto tra un metallo più nobile con uno meno nobile crea un accoppiamento galvanico, con il metallo meno nobile che sarà soggetto a corrosione, mentre quello più nobile rimarrà intatto.

Ma perché si chiama così?

La corrosione Galvanica prende il nome da Luigi Galvani, colui che nel 1780 studiò per la prima volta il fenomeno della corrosione. Come? Attraverso uno dei suoi tanti esperimenti scoprì che due diversi metalli messi in collegamento tra loro e immersi in una soluzione salina, se vengono collegati contemporaneamente a una diversa regione del nervo scoperto di una zampa di rana, provocavano la contrazione della zampa stessa.

Un fenomeno successivamente ripreso e sviluppato a fondo da Alessandro Volta.

 

Corrosione Galvanica: come accorgersene

Ora che abbiamo specificato di che cosa si tratta e come sia stata scoperta la corrosione galvanica, ti spiego come poterla identificare.

Questo fenomeno è facilmente riconoscibile, in quanto la corrosione si mostra più accentuata nella giunzione tra i due metalli e non in altri punti della superficie metallica.

Ma perché si forma?

Normalmente la corrosione galvanica è il risultato:

  1. di una progettazione difettosa dello strumento o del macchinario
  2. di un’errata scelta di materiali
  3. della parziale o completa dissoluzione di un metallo più nobile utilizzato per rivestirne uno meno nobile (come il ferro).

Infatti, maggiore è la differenza di potenziale tra i due metalli, più rapido sarà l’attacco della corrosione galvanica, in quanto il potenziale di solubilità è soggetto a diversi fattori:

  • presenza di pellicole passive o protettive
  • polarizzazione
  • aerazione
  • temperatura
  • agenti complessi

 

Leggi anche dal nostro Blog i 6 modi di distruggere il tuo progetto con il grasso lubrificante sbagliato.

 

Corrosione galvanica: l’utilità di un buon lubrificante

La corrosione galvanica può recare danni anche ingenti ai tuoi strumenti e macchinari, ma fortunatamente è possibile rimediare alla sua azione in diversi modi e momenti.

Fin dalla fase progettuale, infatti, si può prevedere come, quando e dove potrebbe verificarsi tale fenomeno, e per non permettere che ciò accada è importante evitare il contatto tra materiali di nobiltà molto diversa o isolare tra loro, ove possibile, materiali metallici differenti.

Una delle soluzioni più efficace e convenienti è utilizzare lubrificanti sulle superfici che fungano da rivestimenti protettivi, riducendo così in maniera sensibile il rischio di corrosione galvanica. Questa è senza ombra di dubbio la soluzione migliore per la prevenzione e l’eliminazione da questo fenomeno, in quanto un lubrificante efficace e creato appositamente sulle tue esigenze è in grado di ridurre il processo di corrosione, isolando ciascun componente senza interferire con il loro funzionamento.

 

Per capire quale prodotto scegliere per difendere i tuoi macchinari dalla corrosione galvanica, scarica gratuitamente la nostra guida alla perfetta lubrificazione!

New Call-to-action

Marco Gandelli

Scritto da Marco Gandelli

Imprenditore. Co-fondatore di Macon Research. Esperto e appassionato di meccanica e chimica della lubrificazione. Da 15 anni dopo migliaia di analisi condotte su dispositivi elettro-meccanici, formulo per i progettisti soluzioni lubrificanti su misura per l'incremento dell'efficienza, della durata e il controllo dell'attrito. Amante dell'efficienza dei processi aziendali e del digital marketing.

New call-to-action
New call-to-action

Iscriviti al blog

Gli articoli più letti

Leggi gli ultimi articoli